Logo Università degli Studi di Milano



 
 

Unità di ricerca coordinata dalla Prof.ssa Barlocco  

Componenti: Dott.ssa Stefania Villa, Dott.ssa Arianna Gelain

Collaboratori alla ricerca: Dott. ssa Daniela Masciocchi (assegnista), Dott.ssa Silvia dell’ Orto (dottoranda)

L'attività del gruppo di ricerca si è sviluppata sulle seguenti tematiche:

1) Studi su nuclei analoghi delle piperazine a potenziale attività antivirale.
Il nucleo metil piperazinico e il nucleo tropanico  di composti ad attività anti virale quali Vicriviroc in fase clinica III e Maraviroc in commercio (CelsentriÒ) è stato chimicamente modificato. Entrambi i composti sono caratterizzati da un analogo meccanismo d’ azione che impedisce al virus dell’ AIDS di entrare nelle cellule (linfocita T), attraverso un interazione con il corecettore CCR5. I composti sintetizzati sono stati saggiati presso unità di immunobiologia dell’ HIV dell’Ospedale San Raffaele di Milano. I risultati ottenuti hanno evidenziato l’importanza di alcuni elementi strutturali essenziali ai fini dell’ attività e studi NMR e conformazionali, in collaborazione con l’Università di Pavia, e con il Dipartimento di Chimica, Biochimica e Biotecnologie per la medicina della nostra Università ci hanno permesso di giustificare i risultati farmacologici ottenuti.

2) Progettazione e sintesi di nuovi potenziali inibitori di STATs (Signal Transduction and Activator of Transcription) come agenti antitumorali.
Le STATs sono proteine citosoliche che in forma attivata sono coinvolte nella trasmissione dei segnali extracellulari dalla membrana al nucleo e risultano sovraespresse in numerose forme tumorali. Poichè è stato dimostrato che l’inibizione di STAT3 e STAT5 provoca l’apoptosi selettiva delle cellule cancerogene, questa via di segnalazione può rappresentare un target promettente per la terapia antitumorale. In particolare sono in corso progetti riguardanti la sintesi di:

a) inibitori di STAT3: derivati a struttura 1,2,5-ossadiazolica, che vengono testati presso il KRIBB (Daejeon, Corea) e l’University of Shizuoka (Shizuoka, Giappone) [1]

b) inibitori di STAT5: derivati a struttura benzoimidazolica ed ammidica, i cui saggi farmacologici vengono effettuati presso l’Università di Modena e Reggio Emilia (Modena, Italia) ed Il Kimmel Cancer Center (KCC) della Thomas Jefferson University di Philadelphia (Philadelphia, USA).

stat

3) Sintesi di potenziali inibitori della acil-CoA colesterolo acil transferasi (ACAT), utili nel trattamento dell'aterosclerosi.
Poiché sono note due isoforme dell’enzima (ACAT1 e ACAT2) l’obiettivo è scoprire degli inibitori selettivi che possano essere impiegati in diverse malattie tra cui il morbo di Alzheimer, l’ipercolesterolemia e le patologie cardiovascolari ad essa correlate. Sono stati sintetizzati a tal fine nuovi derivati benzoimidazolici sostituiti, alcuni dei quali si sono rivelati dotati di selettività significativa. I saggi di inibizione enzimatica sono effettuati presso il KRIBB (Daejeon, Corea). [2]

4) Progettazione e sintesi di potenziali farmaci antimalarici
Il progetto ha come obbiettivo la scoperta di nuovi agenti antimalarici costituiti da un sistema diazabiciclico variamente sostituito. I saggi biologici sono effettuati in collaborazione con il gruppo di ricerca coordinato dalla Prof.ssa Donatella Taramelli (Università degli Studi di Milano).

5) Sintesi di composti ad attività inibente la crescita del biofilm (batterico e/o fungino) e loro immobilizzazione con l’ottenimento di nuovi materiali per dispositivi medici ad impianto temporaneo.

biofilm

Progetto finanziato dalla Fondazione Cariplo, maggiori informazioni.

 1.    D. Masciocchi, S. Villa, F. Meneghetti, A. Pedretti, D. Barlocco, L. Legnani, L. Toma, B-M Kwon, S. Nakano, A. Asai, A. Gelain. Biological and computational evaluation of an oxadiazole derivative (MD77) as a new lead for direct STAT3 inhibitors. Med.Chem.Commun. 2012, 3, 592-599

2.    A. Gelain, D. Barlocco, B-M Kwon, T-S Jeong, K-R Im, L. Legnani, L. Toma. Biphenyl versus phenylpyridazine derivatives: the role   of the heterocycle in a series of acyl-CoA:cholesterol acyl transferase inhibitors.  J. Med. Chem., 2008, 51: 1474-1477

 

Torna ad inizio pagina