Logo Università degli Studi di Milano



 
 

Pharmaceutical Biochemistry Group  

 

Personale strutturato: Prof. Giulio Vistoli, Prof. Alessandro Pedretti, Prof.ssa Laura Fumagalli
Collaboratori alla ricerca: Dott.ssa Angelica Mazzolari (assegnista), Dr. Christian D’Urso (assegnista), Dott.ssa Silvia Gervasoni (dottoranda), Dott.ssa Angelica Artasensi (dottoranda)


Descrizione

Molecular Modelling & Drug Design

L’attività scientifica del gruppo è rivolta principalmente allo sviluppo e all’applicazione di metodiche computazionali applicate alla chimica farmaceutica nel suo senso più ampio, come la modellazione per omologia, il virtual screening, le predizioni ADME e lo studio del profilo chimico-fisico di nuove molecole. Tutte le tematiche considerate sono state sviluppate utilizzando di volta in volta l’approccio più opportuno e sviluppando, laddove necessario, nuove metodiche computazionali in funzione deglim obiettivi prefissati.
Nella sua globalità, l’attività scientifica del Laboratorio di Modellistica Molecolare può essere così riassunta:

  1. Modellazione per omologia di proteine e studio delle loro proprietà interattive mediante docking e/o simulazioni di dinamica molecolare
  2. Predizione del metabolismo di xenobiotici basato sullo sviluppo di database dedicati ad elevata accuratezza e applicazione di metodi di intelligenza artificiale.
  3. Studio del profilo chimico-fisico attraverso l’impiego del concetto di spazio di proprietà
  4. Sviluppo di software con particolare riferimento al programma VEGA ZZ e a strumenti dedicati per la cheminformatica e il virtual screening

Synthetic & Bioorganic Chemistry

Le competenze e le attività di ricerca del gruppo riguardano la progettazione, la sintesi e l’analisi di nuove molecole nell’ambito sia chimico farmaceutico che chimico-biologico, con l’approfondimento dell’aspetto stereoisomerico laddove necessario.
Le competenze sopracitate trovano applicazione nello sviluppo delle seguenti tematiche di ricerca:

  1. ligandi duali degli enzimi DPPIV e CAII come potenziali agenti terapeutici per il Diabete di tipo II;
  2. antimicrobici;
  3. sviluppo di metodi di enantioseparazione;
  4. probe utilizzati in medicina personalizzata e nella ricerca di base;
  5. sintesi e caratterizzazione di impurezze.

Le metodologie sintetiche applicate nell’ambito della ricerca vengono sviluppate in un’ottica di green chemistry, al fine di contenere l’impatto ambientale, soprattutto nei casi di applicazioni industriali.

Per i progetti e le linee di ricerca sopra elencate, il gruppo si avvale di numerose collaborazioni con qualificate istituzioni pubbliche e private quali Weizmann Institute of Science, Israel, University of Iowa, Université de Lausanne, University of Cambridge, Universitat Hamburg, e le sedi universitarie di Milano, Firenze, Camerino, Bologna e Catania.

Torna ad inizio pagina