Logo Università degli Studi di Milano



 
 

Ricerca  

Gli ambiti scientifici di interesse del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche sono incentrati su temi caratterizzanti i SSD (CHIM03, CHIM06, CHIM08, CHIM09, CHIM10, CHIM11 e BIO15) a cui afferiscono i suoi componenti:
-progettazione e sintesi di farmaci o molecole di interesse biologico;

-sviluppo di metodologie di sintesi (strategie per l’ottenimento di molecole chirali con elevata purezza enantiomerica, trasformazioni microbiche, catalisi e biocatalisi, reazioni metallo-assistite, reazioni domino o multicomponenti) e caratterizzazione chimico-fisica di prodotti ad attività biologica;

-isolamento, estrazione e caratterizzazione strutturale di sostanze organiche di origine vegetale;

-piante officinali e principi attivi derivati;

-studio delle caratteristiche fisiche, termodinamiche e strutturali (relazione struttura-attività) di molecole di interesse farmaceutico;

-studi computazionali;

-caratterizzazione spettroscopica e strutturale di biosistemi quali vettori per la trasfezione in terapia genica;

-chimica e biotecnologie delle fermentazioni;

-progettazione, preparazione e controllo di forme farmaceutiche convenzionali e a rilascio modificato contenenti principi attivi di origine naturale, sintetica e biotecnologica, dispensati/commercializzati come medicinali, dispositivi medici, prodotti cosmetici o integratori alimentari;

-normativa e aspetti regolatori inerenti la produzione, la distribuzione intermedia ed il commercio di medicinali, dispositivi medici, prodotti cosmetici e integratori alimentari, e dei risvolti di tipo socio-economico, sia nazionali che comunitari; aspetti professionali dell’attività di farmacista svolta a livello pubblico e privato;

-identificazione, caratterizzazione strutturale e modifiche indotte da processi di preparazione/conservazione, studio del destino metabolico e del meccanismo di azione, valutazione delle potenziali ricadute tossicologiche conseguenti ad alterazione di componenti bioattive di alimenti e prodotti dietetici (nutraceutici);

-  analisi farmaceutica, biofarmaceutica e tossicologica: analisi cristallografica; controllo della purezza chimica ed
enantiomerica; determinazione quali-quantitativa di attivi in matrici complesse (forme farmaceutiche e fluidi biologici); isolamento, caratterizzazione e valutazione dell’attività biologica di principi attivi di origine vegetale; valutazione della stabilità chimica o metabolica in vitro e del profilo farmacocinetico o metabolico in vivo; valutazione di biomarkers diagnostici e prognostici nei fluidi biologici; proteomica; analisi chimico-tossicologica su materiale biologico (anche di origine cadaverica) e non biologico, con particolare rilievo al riscontro delle sostanze stupefacenti ai sensi di Legge (tossicologia forense).

Torna ad inizio pagina